Isole Eolie, i nomi: ecco come si chiamano e quali sono

State pensando di organizzare una bella Vacanza alle Isole Eolie? In tal senso non vi resta che leggere queste nostre righe di oggi per sapere di più sulle isole eolie nomi, su quali sono e sulla loro storia. Possiamo dire subito che l’arcipelago siciliano raggruppa ben sette isole di origine vulcanica, ognuna delle quali ha una propria identità e tutte insieme formano un magnifico arcipelago situato a nord della Sicilia, in provincia di Messina.

Plasmate dal fuoco, dal mare ed anche dal vento (e da qui deriva il nome), le isole Eolie sono state proclamate addirittura Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nell’anno 2000. Pe tale ragione il modo migliore per esplorarle è il noleggio barche a vela in Sicilia, che vi permetterà di scoprire le cale e le baie più nascoste ma comunque accessibili solo via mare.

L’isola più grande è Lipari mentre Panarea è senza dubbio la più piccola e la preferita dai VIP; Stromboli invece è caratterizzata da intensa attività vulcanica. All’isola di Vulcano potete usufruire del celebre stabilimento termale, mentre le piccole Filicudi e Alicudi sono sicuramente la destinazione ideale per gli amanti della natura incontaminata.

Tutte queste sette isole hanno in comune una natura incontaminata fatta di cale e di insenature bagnate da un mare cristallino. Infatti qualsiasi siano i vostri interessi, qui potrete trovare quello che fa per voi, e volendo si può anche optare per visitarne una al giorno a bordo della barca a noleggio a Cefalù.

isole eolie nomi

Quali sono le isole eolie nomi? Ecco tutto

Partiamo dicendo che sull’isola di Vulcano è presente un vulcano ancora attivo e infatti secondo la mitologia greca qui si trovavano le fucine del dio del fuoco, Efeso. Per i più avventurieri e per gli amanti della natura, si consiglia la camminata sul cratere della fossa in cui si può passeggiare immergendovi in un ambiente onirico, tra rocce laviche e tra fumarole.
Con una breve navigazione alle isole Eolie ecco che allora troverete Lipari, che è l’isola più popolosa di tutto l’arcipelago, dove si può visitare la splendida acropoli greca insieme alla cattedrale normanna. A bordo della barca a vela non perdetevi però la cala del Fico, la spiaggia di Vinci, Punta della Castagna e il Capo Rosso. Proseguendo poi con la navigazione incontrerete Salina, che é l’isola più verdeggiante.
Su quest’isola si trovano anche i rilievi più alti dell’arcipelago sui quali cresce la Fossa delle Felci, ovvero un bosco di felci a strapiombo sulle spiagge, tra cui c’è anche quella di Pollara e quella di Scario. A Salina inoltre non potete non provare la Malvasia, celebre in tutto il mondo.

Continuando con la navigazione verso nord con il noleggio barche a Panarea avrete allora modo di trovare Stromboli, che è la più settentrionale e la meta ideale per gli amanti del trekking. Anche su quest’isola si trova poi un vulcano ancora in attività che erutta a intervalli regolari.

Filicudi é invece una delle isole meno contaminate delle isole Eolie e infatti qui si avrà modo di trovare una bellissima natura selvaggia. E’ soltanto una strada asfaltata che attraversa l’isola collegando i tre piccoli borghi, mentre per spostarvi a piedi si possono percorrere le vecchie mulattiere e i sentieri immersi nella vegetazione. 

Infine possiamo citare l’isola Alicudi che è la più selvaggia e che si può raggiungere anche noleggiando una barca a Tropea. L’isola, abitata da poche decine di persone, vieta la circolazione delle automobili per cui il noleggio barche sarà il modo migliore per scoprire le cale e insenature spettacolari.

Lascia un commento